Ricendario 2024 - Maria Rosaria De Luca | CACIO E PEPE RIVISITATA CON COZZE E OLIVE NERE

La ricetta "CACIO E PEPE RIVISITATA CON COZZE E OLIVE NERE" di Maria Rosaria De Luca presentata in occasione del Contest "FAI LA DIFFERENZA! RECUPERA IN CUCINA! le Tradizioni del Lazio" è stata scelta per rappresentare il mese di Maggio.

Scopriamola insieme.

Ingredienti

  • 200 g di spaghetti
  • 250 g di cozze
  • 100 g di pecorino romano
  • 100 g di olive nere
  • 5 g di pepe macinato fresco

Preparazione

Mettere al fuoco l’acqua per la pasta, perché mentre sarà in cottura prepareremo il condimento.
Mettere le cozze lavate in una pentola, cospargere con il pepe e far cuocere coperte per pochi minuti, mescolando per far sì che tutte si aprano.
Una volta aperte passare al colino l’acqua di cottura delle cozze.
Sgusciarle e unirle alle olive nere dopo averle denocciolate.
Versare il pecorino fresco grattugiato nell’acqua delle cozze.
Mescolare fino a formare una crema, aggiungere poi le cozze e le olive nere. Mescolare bene e se dovesse risultare poco cremoso non è un problema perché andrà aggiunta la pasta direttamente dalla pentola.
Una volta aggiunti gli spaghetti se dovesse risultare poco cremosa versare qualche cucchiaio di acqua di cottura. Mescolare bene e servire ben caldo.

La scelta della Ricetta

Il motivo che mi ha portato a questa scelta è che avendo avuto la possibilità di avere cozze fresche appena "pescate" allora perché non utilizzarle!!! così ho voluto rivisitare una ricetta romana aggiungendo cozze e olive nere.

Il SONETTO

Sempre caro mi fu quest’ermo … piatto,
anche se qui mo nun ce sta la siepe,
ma de Infinito resta er Cacio e Pepe,
che più ne magno e più ce vado matto.
Er tonnarello, si nun vòi fà crepe,
ch’è ‘no spaghetto de chitara ar tatto,
più consistente, si addentato, a patto
de nun scoce la pasta e fà un presepe.
Cor cacio mantecato ch’è ‘na crema,
er pepe a pioggia a ‘mporverà scodelle,
c’è er pecorino a completà st’emblema.
Piatto romano ch’è da cinque stelle,
er Cacio e Pepe arisorve er probblema
de chi ce armeggia poco co padelle. 

CONSIGLIO DI CHEF ANNA MARIA PALMA

Ricordiamoci che la sapidità dell’acqua delle cozze più quella del pecorino è decisamente importante, pertanto eviterei le olive e magari consiglio di tostare il pepe per intensificarne l’aroma.

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net

Package Mercury - Ver. 1.0.3


Questo sito utilizza Cookies per il suo funzionamento.Clicca qui per maggiori informazioni.