Ricendario 2024 - Irene Argiropoulos | BACCALÀ IN GUAZZETTO

La ricetta "BACCALÀ IN GUAZZETTO" di Irene Argiropoulos presentata in occasione del Contest "FAI LA DIFFERENZA! RECUPERA IN CUCINA! le Tradizioni del Lazio" è stata scelta per rappresentare il mese di Luglio.

Scopriamola insieme.

Ingredienti

  • 600 gr di baccalà
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • 1cipolla
  • 20gr di uva sultanina
  • 20gr di pinoli
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d'oliva
  • 200gr di olive
  • origano
  • patè con funghi e olive

Preparazione

Ho messo a bagno il baccalà il giorno prima cambiando l'acqua diverse volte poi l'ho scolato. Ho affettato la cipolla e l'ho fatta imbiondire in una padella con un po' d'olio extravergine d'oliva. Ho aggiunto il baccalà, l'ho fatto dorare da entrambi i lati e poi ho versato la salsa. Ho leggermente salato, insaporito con il pepe e quindi ho inserito uva sultanina, pinoli, olive ed origano ed ho proseguito la cottura finché il sughetto non si è ristretto. Ho accompagnato la pietanza con fette di pane casereccio raffermo abbrustolire sulla piastra perché mai una briciola di pane è andata sprecata nella mia cucina. Non si butta cibo che possa ancora essere riciclato.

La scelta della Ricetta

Partecipo con una rivisitazione della ricetta romanesca del "Baccalà in guazzetto" contaminata da rimembranze pugliesi che si legano ai piatti di mare.

Il SONETTO - Magnà e dormi di Aldo Fabrizi

Sò du vizietti me diceva nonno,
che mai nessuno te li po' leva,
perché so necessari pe campà
sin dar momento che venimo ar monno.

Er primo vizio provoca er seconno:
er sonno mette fame e fa magnà,
dopo magnato ta ripiena sonno
poi tardi, magni e torni a riposà.

Insomma la magnata e la dormita,
massimamente in una certa età ,
sò l'uniche di gioie de la vita.

La sola differenza è questa qui:
che pure se ciao sonno poi magnà,
ma se ciao fame mica poi dormì 

CONSIGLIO DI CHEF ANNA MARIA PALMA

Propongo di infarinare leggermente i trancetti di baccalà per poi passarli nell’olio caldo, quando saranno ben dorati da ambo le parti, adagiarli su di un piatto e nella stessa padella versare la salsa di pomodoro, lasciandola restringere e quasi a fine cottura, rimetterci il baccalà. In questo modo i trancetti rimarranno interi e la farina avrà creato una maggiore cremosità alla salsa.

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net

Package Mercury - Ver. 1.0.3


Questo sito utilizza Cookies per il suo funzionamento.Clicca qui per maggiori informazioni.